Valerio Caprara

Un montaggio straordinario. E' il paesaggio che parla. Un film intenso.

 

Marta Bifano

Poesia assoluta. Fa vibrare le corde dell'anima.

 

 

Andrea Segrè

L'ho scelto per l'apertura della campagna europea "un anno contro lo spreco 2015" dell'Università di Bologna. L'Acqua qui va oltre il suo significato. Il suo ciclo diviene vita di ciascuno interpretandone lo spirito. Delicato.

 

 

 

 

 

Marino Midena

Il Bacio  azzurro fonde una finalità educativa precisa con il bagaglio di emozioni e di valori che l’acqua rappresenta per ciascun individuo. L'Acqua con l'anima.

Enrico Magrelli

Un film utile. Necessario. Poetico.

 

 

Gianni Festa

E' un film semplicemente straordinario. La sua bellezza ti affascina e ti commuove. Qualche lacrimuccia mi è scappata.

 

Gianluca Galletti

E' un film che diffonde la cultura ambientale soprattutto tra i giovani su un tema caldo, quello dell'Acqua. Quest'opera, sono convinto, deve essere diffusa il più possibile su tutto il territorio nazionale, soprattutto nei grandi eventi e nelle scuole come valido strumento di educazione ambientale. Bel film.

 

 

 

Alberto Castellano

Già l’idea di trattare un argomento solitamente riservato al documentarismo in forma di fiction, almeno per la maggior parte del film, è di per sé coraggiosa visto che – almeno nel cinema italiano – in genere le tematiche impegnate, le storie di denuncia, le cause nobili quando sono affidate alle ricostruzioni di finzione approdano spesso a risultati deludenti. Nel caso de “Il bacio azzurro” invece Pino Tordiglione è riuscito a costruire un film che ha l’obiettivo di sensibilizzare i destinatari (il pubblico di una sala ma anche gli studenti di varie fasce d’età) su un tema come quello dell’acqua che non è solo un bene e coscienza comune ma anche fonte di vita, elemento primordiale, liquido che scorre portando con sé significati reconditi. E il regista, autore anche del soggetto con Fausto Baldassarre e della sceneggiatura con Alberto Rondalli e Fortunato Campanile, ha avuto l’intelligenza di costruire la storia sull’espediente della fiaba, dell’avventura di nonno Angelo (affidato a un consumato attore come Remo Girone) che con i toni e i ritmi della favola accompagna il piccolo nipote Francesco in un viaggio alla scoperta del mondo magico e misterioso che si nasconde in quel liquido trasparente che consumiamo di solito meccanicamente, dei valori arcani e archetipici che sono l’essenza di un elemento naturale fondamentale con il quale conviviamo senza nemmeno accorgercene. Il film ricorrendo anche a sequenze documentaristiche di testimonianze da alcune zone del mondo, riesce a tenere in equilibrio le emozioni di un avventuroso percorso che lega due generazioni così lontane e le finalità e le implicazioni educative del cosiddetto “messaggio”.

 

 

Vittorio Sgarbi

Un'opera che sa di Monet. L'Acqua, l'intelligibilità espressa in forma semplice. Degno di essere visto. Dovrebbero imporlo alle scuole e alle insegnanti.

Gian Paolo Polesini

Ho avuto l'onore di presentarlo al Lagunafest di Grado 2015. Comunica valori in maniera silente ed elegante e l'Acqua si trasforma in anima.

Michela Mileto

Sia come direttrice del WWAP Unesco, sia come Istituzione abbiamo apprezzato molto il Bacio Azzurro, tanto da patrocinarlo e premiarlo a Milano Expo 2015. Quello che ci ha interessato di più  è il concetto di Acqua e Cultura che esprime. L'Acqua non  sotto l'aspetto scientifico ma sotto il profilo spirituale, etico, filosofico ed anche affettivo. Questo concentrato  di elementi il film li ha riflessi completamente.