I DOCENTI DICONO DEL FILM

Filomena Angelone e Stefania Subrani, docenti scuola primaria "Madonna delle Grazie ", Celano (AQ)

Un intero Circolo Didattico di scuola primaria, circa 360 alunni, ha partecipato alla visione del Film "Il bacio azzurro " sul tema dell'acqua.     I bambini si sono sentiti coinvolti nel "viaggio" intrapreso da Francesco, loro coetaneo e protagonista principale del Film. Le immagini, accompagnate da un'appropriata colonna sonora, hanno catturato l'attenzione dei piccoli spettatori svelando loro un territorio meravigliosamente verde e baciato da molteplici sorgenti cristalline. Complimenti a tutta la produzione e al cast di attori per averci regalato la possibilità di far riflettere e approfondire una tematica così importante qual è l'acqua, bene prezioso per l'umanità intera: l'acqua ha il colore dell'anima, trasparente e cristallina, così come gli occhi del protagonista del film e gli occhi dei bambini che vi hanno assistito.

 


Rita Pelliccione, docente IC "Pescara 8"  classe II B scuola primaria D Alighieri

Il film é piaciuto molto perché era raccontato con delle similitudini ed aggettivi poetici legati a delle immagini vivide e toccanti sia per quanto riguarda i paesaggi che per come sono stati caratterizzati i personaggi!  Mi sono commossa sia io che i bambini,  alcuni più di altri!


Debora Cavalieri, docente " IC Morosini" Venezia.

Oggi quasi tutti i plessi dell'Istituto comprensivo Morosini di Venezia hanno partecipato alla proiezione del film Il Bacio Azzurro.  Per me è stata una grande soddisfazione dal momento che ho coinvolto tutti i referenti di plesso. Ho creduto sin dall'inizio che si trattava di un film interessante.  Con grande emozione abbiamo  seguito la proiezione terminata con un lunghissimo applauso degli insegnanti ma soprattutto dei nostri piccoli. Il film  ha trattato un argomento che, insegnando scienze, mi sta particolarmente a cuore, L'ACQUA, fonte di vita. Ma quello che mi ha reso felice è  stato sentire dalla voce dei miei bimbi di prima elementare il racconto del cuore del film ,'' l'acqua è vita chi sporca l'acqua ha la coscienza sporca ". Nel pomeriggio anche i genitori ai colloqui hanno detto che i bimbi a casa hanno raccontato di avere visto un film veramente emozionante. E direi che non si sbagliano un film che merita, fatto con il cuore e che ti colpisce al cuore sia per il tema trattato che per gli attori che lo hanno interpretato con il cuore. Bravo anche il piccolo Francesco nel quale i miei piccoli si sono identificati.  Complimenti al regista che ha saputo rendere questo film eccezionale e che aspettiamo volentieri a Venezia.   Da rivedere assolutamente. Bravi bravi bravi.


Patrizia De Vito, docente Scuola secondaria di II grado "ITI De Gruttola" Ariano Irpino

"Il bacio azzurro" affronta una tematica importante: l'acqua come fonte di vita, una ricchezza inesauribile,  un bene prezioso e inestimabile. Il film presenta immagini meravigliose,  scenari affascinanti della nostra verde Irpinia,  con colline e vallate dal colore verde intenso e soprattutto ancora incontaminate. Protagonisti sono un bambino curioso e intelligente,  un nonno premuroso e tenero, impersonato dal grande Remo Girone. Gli alunni dell' "ITI DE GRUTTOLA" di Ariano Irpino hanno seguito il film in religioso silenzio, perché attratti soprattutto dai luoghi che in tanti conoscevano. Per tali ragioni esprimo i miei ringraziamenti e di tutti i miei colleghi.


Cristina Casillo,

3°c.d. Aldo Moro Afragola ( Napoli)

Oggi abbiamo assistito alla visione del film documentario "Il bacio azzurro". La partecipazione numerosa dei bambini conferma anche da parte delle famiglie un particolare interesse alla salvaguardia del patrimonio "acqua" bene di tutta la popolazione mondiale. Trama ben strutturata ricca di spunti e riflessioni non solo scientifici, anche umani , di relazione e di tutela verso l'ambiente e la vita nella sua interezza. Cast d 'eccezione ,che come di consueto ha trasmesso, oltre all'argomento' anche sentimenti ed emozioni. La location...strepitosa così vicina ad Afragola di cui non conoscevano l'esistenza. Ma torniamo all'acqua....dove sono nate le prime forme di vita....dove tutti gli uomini sono immersi prima di nascere, Patrimonio da tutelare per le generazioni future....cominciando proprio dai più piccoli...

Noi docenti abbiamo aderito subito al progetto proprio perché consapevoli che l'acqua va rispettata, salvaguardata per garantire un utilizzo responsabile da parte di tutti. Il film è adatto ad ogni fascia d'età....e lo consiglio ai colleghi.


Raffaela Ciampi,

docente Ics "F. Ongaro" Lido di Venezia

Il film è stato molto bello, ha saputo affrontare varie problematiche in maniera delicata aiutato dalla bellezza del paesaggio. Gli attori hanno confermato la loro già nota capacità interpretativa alla quale si aggiunge la bravura e la spontaneità del ragazzino protagonista di questa fiaba moderna. E' piaciuto tanto anche ai bimbi di 6- 7 anni delle classi prime. Questo film è davvero un tassello importante che va ad aggiungersi al lavoro di approfondimento sull'importanza dell'acqua che alcune classi del nostro plesso stanno portando avanti in questo anno scolastico. Grazie per la preziosa occasione che ci avete offerto.

Le insegnanti di I.C. "M.Anzi" Bormio (SO)

“È un film che lancia un messaggio importante sul valore dell’acqua. Cattura l’attenzione sia degli alunni più piccoli sia dei ragazzi più grandi per la straordinaria bellezza delle scene e il messaggio poetico. Immagini, pensieri e riflessioni su natura e umanità… Un film che merita d’essere visto e speriamo rimanga nel cuore dei ragazzi”.


Anna Lenzi, docente Ite "L.Amabile" Avellino"

IL BACIO AZZURRO propone il racconto del viaggio dell'acqua; un viaggio economico, culturale, ecologico ma anche un viaggio intimo, relazionale, poetico. Il taglio fotografico del film presenta un'Irpinia insolitamente magica che appare nuova anche a chi la conosce benissimo. Il tono vagamente "favolistico" (ma non per questo irreale) del film invita lo spettatore a recuperare la dimensione del sogni perduti: proprio quei sogni dei quali i nostri ragazzi hanno, soprattutto in questo delicato momento storico, tanto bisogno.


Assunta Ascione, docente IC Ruggero 3° Circolo Caserta

Il 22 marzo 2017, nell’ambito delle attività sulla GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA , gli alunni delle classi prime, seconde e terze della Scuola Primaria dell’I.C.Ruggiero-3°Circolo di Caserta, hanno avuto l’opportunità di poter assistere alla proiezione del film “Il Bacio azzurro” .Di sicuro impatto emotivo, il film ha suscitato negli alunni interesse e coinvolgimento. Nelle attività di rielaborazione dell’esperienza, gli alunni hanno affrontato tutti i temi trattati dal film: dalla bellezza delle immagini, ai valori affettivi della famiglia e, soprattutto, è stato colto “il grido di aiuto dell’acqua” come testualmente ha detto un alunno di seconda.


Lucia Firrincieli, docente presso la D.D. Pietro Baricco di Torino.

In mattinata gli alunni della classe III F hanno avuto la possibilità di assistere alla visione del lungometraggio "Il Bacio Azzurro", incentrato sul binomio acqua/ vita. La trama coinvolgente e le meravigliose immagini paesaggistiche favoriscono il consolidamento di conoscenze e la consapevolezza che l'acqua è un bene da tutelare. Il mio giudizio è positivo e i piccoli alunni di una scuola di Torino ne consigliano la visione.

 

Maria Grazia Porro, docente  IC "L. Da Vinci" Cesano Boscone (Mi)

Il film è ricchissimo di spunti e proposte, di poesia, di bellezza. È piaciuto molto. Abbiamo anche imparato un aspetto geografico del nostro sud che non conoscevamo. Sono sicura che i ragazzi considereranno l'acqua con un'attenzione nuova. Il filmato dà l'opportunità di sensibilizzare ulteriormente al rispetto ambientale i nostri ragazzi sempre più lontani dalla natura. Grazie per questa bella esperienza.

Maddalena Casella, docente scuola "N. Piccinni" Bari.
Motivare e interessare i bambini a scuola, al giorno d'oggi non è cosa semplice. Bisogna individuare cose che superino tutto quel meraviglioso bagaglio esperenziale che la società della conoscenza offre! Ebbene, la visione del film "IL BACIO AZZURRO", al cinema Galleria di Bari, per quasi trecento alunni della scuola primaria Niccolò Piccinni, ha entusiasmato i piccoli spettatori. La sorpresa iniziale, con l'intervento dell'attore barese Nicola Pignataro, protagonista del film, ha creato un clima disteso, festoso e confidenziale. Simpaticamente, ma al tempo stesso con forte autorevolezza ha spiegato ai bambini come devono tutelare e non sprecare la preziosissima risorsa Acqua! Quel bacio blu che la Terra naturalmente riceve è stato splendidamente trasferito nella trama del film, che se da una parte ci ha fatto spaziare su tutte le realtà del globo, in tema idrico, presentandoci realtà a dir poco surreali, eppure autentiche, dall'altra ha sollecitato nei bimbi i temi dell'amore e dell'unione! Esperienza molto valida e positiva. Magnifica mattinata! Se è vero che l'ambiente è la migliore aula decentrata, oggi al cinema Galleria, con il Bacio Azzurro, si sono superate tutte le aspettative!

Scrivano MLetizia, docente scuola primaria Empoli (FI)

Il film ha entusiasmato i bimbi delle classi quarte e quinte della scuola primaria di Empoli . Sono stati attratti dalla fotografia e scenografia meravigliosa e suggestiva. La trama del film ha creato un'atmosfera di emozioni e sentimenti in un equilibrio armonico . L'importanza dell'acqua e' stata trasmessa con messaggi chiari e profondi, il tutto sigillato da un finale emozionante e denso di sentimenti.


Maria Arca, scuola primaria Santu Lussurgiu (OR)

Film coinvolgente ricco di spunti di riflessione.  " Il bacio azzurro", ha coinvolto tutti i bambini che hanno assistito  con entusiasmo e grande attenzione. Immagini e suoni affascinanti  ci hanno portato ci hanno condotto per mano in un mondo  affascinante  del quale ci siamo sentiti partecipi.  “Maestra non avevo mai pensato che l’acqua siamo noi”  Sarà l’ inizio e probabilmente la conclusione di una lunga discussione che faremo insieme.


Antonella De Donno, DS IC "Di Prisco" Fontanarosa

antonella.de.donno@alice.it

Grande partecipazione e grande entusiasmo per le proiezioni del film il “Bacio azzurro” che si è svolto presso il nostri plessi. Un incontro – studio in linea con il progetto “ambiente” a cui gli alunni dell’istituto Comprensivo “Luigi Di Prisco” hanno partecipato con entusiasmo dando un contributo vivace in relazione all'importanza di assumere comportamenti tali da garantire un utilizzo cosciente e responsabile dell’acqua. Interessanti gli spunti di riflessione e i moniti che sono scaturiti dalla visione del film.

 Primo fra tutti che l'acqua è un patrimonio da tutelare sotto ogni punto di vista anche e soprattutto in relazione all’aspetto legale.

In secondo luogo abbiamo assunto la consapevolezza che tutelare l’ambiente significa tutelare la vita e ciascuno di noi è chiamato ad essere sentinella di questo grande patrimonio. Bello. Lo consiglio alle mie colleghe.


Franco Di Cecilia, DS IC Sturno Frigento

La visione del film "Il bacio azzurro" ha consentito ai nostri alunni di sviluppare alcune tematiche interessanti, già oggetto di studio durante la normale attività didattica. E' stata lo spunto per riflettere sulla difesa dell'ambiente naturale, in particolar modo della preziosa risorsa idrica, straordinario patrimonio del nostro territorio. Inoltre, il film, con linguaggio poetico e fotografia eccezionale, ha mostrato gli aspetti più belli dell'Irpinia, dando luogo ad una favola suggestiva, che ha saputo emozionarci.


Marisa Cataldo, docente scuola primaria Montefalcione

Il film è stato molto interessante. Molto significativo il messaggio dell'importanza dell'acqua a livello mondiale. Le scene suggestive ed accattivanti hanno attratto ,stupito e commosso  bambini ed adulti. La visione dell'opera è stata una bellissima conclusione al Progetto Acqua realizzato lo scorso anno.

Elsa Maria Nigro, docente I.C. “Tentindo” Chiusano di San Domenico (AV)

La fiaba de “Il bacio azzurro” rappresenta il sogno di un bambino che si avvera grazie al nonno Angelo. Centrale la figura di questo nonno, vero “messaggero” di amore e memorie che ci conduce, per mano, alla riscoperta della verde Irpinia e di quel bene che ha tanto imparato ad apprezzare: l’acqua. E proprio l’acqua, nelle sue mille forme, dalla pioggia alle lacrime di un bambino, fonte di vita e custode di segreti, speranze ed emozioni è la vera protagonista di una fiaba antica per i valori eterni che esprime e il tono didascalico (mai retorico) e moderna per le tematiche affrontate e le modalità con cui vengono rappresentate. Una catarsi morale che poggia anche su basi letterarie attraverso le reminiscenze dell’umiltà francescana, dell’amore ancestrale di Garcia Lorca e della pioggia “che aveva messo là l’eguaglianza tra contadini e signori” descritta dal De Sanctis nel “Viaggio elettorale”. Il film ha destato nei nostri alunni un’attenzione che si è mantenuta per l’intera durata della proiezione. Essi si sono resi conto che dai più piccoli gesti nascono il rispetto e l’amore per l’ambiente. Hanno partecipato emotivamente alle vicende di Francesco anche con qualche lacrima di commozione finale e hanno molto apprezzato il ruolo da “aiutante” del nonno. Ognuno di loro ha colto un’immagine o una frase particolarmente significativa e molti hanno espresso, con entusiasmo, la volontà di approfondire l’argomento sotto vari punti di vista. Hanno, inoltre, apprezzato la semplicità e la piacevolezza con cui è stata proposta la tematica ambientale e sono rimasti stupiti nel vedere la loro terra, l’Irpinia, valorizzata e protagonista, sentendosi, in parte, protagonisti essi stessi.


Eleonora Picariello, docente Lic. Artistico IISS Ruggero II Ariano I

 Il film "Il Bacio Azzurro" oltre che ad essere una profonda riflessione sul valore dell'elemento liquido è un inno alla vita. Le immagini particolarmente ricercate evocano emozioni ancestrali che la terra d'Irpinia ci offre.   I ragazzi del Liceo Artistico Ruggero II di Ariano Irpino hanno potuto scorgere luoghi a loro comuni, paesi che abitano, sentendosi maggiormente coinvolti, la visione del film ha dato loro un nuovo sguardo facendogli riscoprire il territorio che li circonda. Una visione sull'ambiente a tutto tondo, sia locale che globale.   Ogni frame racchiude in sé un armonia compositiva tanto da evocare i quadri degli Impressionisti, una sensibilità poetica che arriva dritta all'anima. Ringrazio il regista Pino Tordiglione per averci fatto dono di questo film, una sorgente da cui attingere per conservarne la memoria.

Marina Sisto, docente  I.C.S.di Frigento (con sede in Gesualdo e Villamaina)

La bellezza suggestiva e intrisa di poesia della nostra "verde Irpinia "è la cornice ideale de "Il bacio azzurro", una favola moderna che volge lo sguardo, con l'innocenza del fanciullo, a tematiche sociali estremamente complesse. Quasi come una carezza , il suo messaggio educativo (sano e profondo)sfiora delicatamente i cuori del nostro giovanissimo pubblico che,poco alla volta, si lascia coinvolgere sino al tifo più sfegatato! Posso affermare che la sua struttura, a metà tra spettacolo e intrattenimento ludico, ha catturato i ragazzi, per la familiarità dei luoghi mostrati e il linguaggio semplice e diretto ,fino al gran finale che "ha sciolto in un tenero abbraccio "le lacrime degli animi più sensibili.La commozione evidente sui visi di alcuni alunni, ha rappresentato,a mio avviso, il tributo più sincero a questo grande capolavoro . 


Marialuisa Cerrato, docente Scuola primaria "G. Ferraris" Asti

Con queste poche righe desidero comunicare la gratitudine per aver proposto agli alunni della mia scuola la visione del film "Il bacio azzurro". L'argomento ACQUA è stato sviscerato in tutti i suoi aspetti e presentato con un linguaggio poetico e semplice nello stesso tempo, correlato da immagini bellissime e tessuto su una storia dalla trama coinvolgente. Come insegnante recupererò stimoli e sollecitazioni ricevute e le utilizzerò in classe per approfondire alcune delle tematiche importanti così ben descritte dagli sceneggiatori. Vi ingrazio per l'importante opportunità che ci avete fornito.

 

Rita Rianna, docente 38 C.D. "Quarati" Napoli

naee03800d@istruzione.it

Film tra il documentario e la poesia, dal colore  "azzurro" forte e delicato, capace di sottolineare con immediatezza il valore dell"acqua come risorsa indispensabile e l" importanza di difenderla ma anche di  toccare le corde dell'anima con delicatezza e incisività trattando la tematica familiare. Ottima la scelta di presentare l'argomento sottoforma di fiaba per catturare l'attenzione anche dei più piccoli.

Come docente  ne sottolineo il valore didascalico offrendo uno spunto di riflessione e un'opportunità di approfondimento a noi operatori della  scuola da sempre attenti alle  proposte del territorio per creare nelle nuove generazioni consapevolezza e amore verso se stessi e l"ambiente che li circonda nella speranza di costruire un futuro migliore.


P.R. docente, IC " Rizziconi" Reggio Calabria

Il film "Il bacio azzurro" conferma la grande valenza educativa e formativa del Cinema per le nuove generazioni.Ricco di spunti didattici molto interessanti: la preziosita' dell'acqua, il rispetto della natura, la centralita' dei sentimenti e dei legami familiari, la ricchezza di valori e la saggezza dei nonni. Pregevoli la poesia di alcune sequenze molto suggestive e la bellezza straordinaria del paesaggio. Densa di significato l'espressione "Il colore dell'acqua e' il colore dell'anima", che ci richiama alla necessita' di aiutare i ragazzi ad assumere atteggiamenti responsabili e consapevoli nei confronti di un bene cosi' prezioso per tutti.

Sandra Salerni, dirigente scolastico IC Statale "T.Tasso" Bisaccia-Andretta

"Gli uomini coltivano 5000 rose nello stesso giardino e non trovano quello che cercano, e tuttavia quello che cercano potrebbe essere trovato in una sola rosa o in un po' d’acqua. Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare col cuore". E ancora "... non vedo bene che col cuore", scrive Antoine De Saint - Exupery nel Piccolo Principe. E' col cuore che è stato ideato, scritto, sceneggiato e diretto "Il Bacio Azzurro" un racconto come pochi altri. Una fiaba d'altri tempi capace di comunicare squisite emozioni e cristallini messaggi, limpidi proprio come l'acqua di cui al lungometraggio. Il miglior commento, il più significativo, il più incisivo è certamente quello impreso sui volti dei professori e dei ragazzi che oggi hanno preso visione del film: negli occhi di molti si evidenziava una carica emozionale unica, una profonda forza evocativa e un significativo pensiero della Vita. Un grazie particolare va al regista Pino Tordiglione che con la sua presenza ha onorato questa scuola e l'intera comunità.

Ad majora e vivissimi complimenti!


Scilla Tardioli, docente scuola primaria "Bellocchio" Perugia"Il bacio azzurro" ha un grande valore educativo e formativo. Promuove la conoscenza e diffonde i concetti di rispetto, tutela e difesa dell'ambiente.
I bambini della nostra scuola hanno guardato con molta attenzione ed interesse il film e si sono emozionati in alcune parti. Lo aspettavano con ansia e ha innescato in loro una serie di riflessioni e domande sull'argomento. Tutti noi docenti della scuola primaria Bellocchio di Perugia ringraziamo per questa bella esperienza.


Laura Riccardi, docente Collegio Bianconi Monza

Tutti gli alunni della nostra scuola, il Collegio Bianconi di Monza, in viaggio, come un lungo serpentone colorato: destinazione “il cinema Teodolinda” per assistere alla proiezione del film.

Preso posto in sala, calano le luci e la magia  avvolge tutti, grandi e piccini: un gorgoglio d'acqua riempie le orecchie, le immagini della natura riempiono il cuore.

Tutti assistono allo scorrere delle scene in silenzio, catturati delle immagini accompagnate da dolci musiche. La trama è fiabesca, molti si immedesimano subito in Francesco, il protagonista, bimbo mite e curioso; molti sorridono al nonno, saggio uomo che sa andare oltre le cose, tutti restano incantati dalle bellezze paesaggistiche che l'acqua crea sul nostro pianeta. L'intrecciarsi della storia dei personaggi con  la storia dell'acqua sulla Terra tiene tutti con fiato sospeso.

Le insegnanti cercano di non farsi sfuggire i molteplici spunti che il film offre: una ricchezza di contenuti da poter poi sviscerare in classe con gli alunni. I temi importanti come il rispetto dell'acqua, la sua salvaguardia, la sua importanza per la vita, sono testimoniati da uomini e donne di diverse etnie che nelle interviste sottolineano la preziosità di questo elemento. I bambini ascoltano curiosi ed attenti, cercando di non farsi sfuggire nemmeno una parola e consapevoli che su tutto il pianeta si sta parlando di acqua. Un film che fa riflettere ognuno di noi e che ci stimola a fare qualcosa anche nel nostro piccolo, nella nostra quotidianità.

Al termine della proiezione nasce un applauso spontaneo!

Sulla strada del ritorno due alunni, parlando tra loro si dicono: “Chissà se l'anno prossimo faranno un film sull'aria?” “Già, potrebbero intitolarlo “Il bacio trasparente”.

Hanno lanciato una sfida agli autori!!


Letizia Costa, docente I.C "E.Giacich Monfalcone" (Go)

Le tematiche ambientalistiche toccate dal film, sono riuscite ad entusiasmare tutti noi docenti ed i nostri alunni, trasmettendoci diverse sensazioni ed emozioni. Abbiamo assaggiato la maestosità degli oceani ed il rumore delle onde, assaporato la grandezza delle montagne, penetrato la bellezza di laghi e fiumi ed immaginato gli odori dei boschi e delle foreste. La preservazione dell'acqua come bene prezioso ed indispensabile per la vita, ha colpito i bambini rimasti attenti per tutta la durata del lungometraggio. Dimostrazione del loro coinvolgimento gli applausi finali.


Carmen Rigoli, docente Scuola Dante -Carducci Piacenza

La visione di questo film ridà vigore alla quotidianità come l'acqua dà vigore a una pianta appassita. Il "bacio azzurro" coinvolge l'anima sia dei ragazzi sia degli adulti superando così la loro razionalità.

I ragazzi hanno assistito alla proiezione in silenzio e alla fine  sono spuntate molte lacrime insieme a..."che bello!!!"


Maura Longhi, docente scuola secondaria "Carducci" Piacenza

Il film è stato piacevole. Ha saputo ben bilanciare il tema principale informativo/documentaristico con una delicata storia personale che ha fatto anche da filo conduttore. Bellissime le immagini che hanno portato alla scoperta di paesaggi forse poco conosciuti. La proiezione del film ha coinciso con l'inizio di un percorso che due nostre classi stanno per intraprendere e che ha come tema l'ambiente e,  in particolare, l'acqua. Utilizzeremo quindi il film e il materiale da voi fornito come punto di partenza su cui confrontarci e su cui riflettere. Ci auguriamo che possiate proporci anche in futuro iniziative come questa. Complimenti!


Suor Silvia, scuola primaria "Maestre Pie dell'Addolorata" Roma
"E' un film prezioso, come l'acqua che racconta...Belle e suggestive le immagini, profondi i dialoghi e i messaggi trasmessi. Spero tanto che le scuole sappiano fare tesoro di questa visione rara, per promuovere riflessioni a tutto campo... Un film per tutti e per tutti intendo anche dire per ogni uomo che crede...che vive."

Paola Ghiotto, docente IIS "U. Masotto" Noventa Vicentina (VI)

L'acqua che nasce, scorre, alimenta e conserva. L'acqua che accompagna il piccolo Francesco alla scoperta dell'esistenza e delle radici nell'intreccio di affetti familiari; assenze, desideri e sogni. La visione de "Il bacio azzurro" ha offerto riflessioni e preziosi spunti, non solo sulla tematica ambientale, ma anche sul fondamentale dialogo fra generazioni. I ragazzi rimangono coinvolti in una visione interessante e consigliata a tutti.


Filonema Pennella, docente IC "Mercogliano", MercoglianoUna

Mattinata meravigliosa a Mercogliano.Cinquecento alunni dell' I.C. "Mercogliano"presenti al Movieplex per assistere alla proiezione di questa bellissima Storia D'Amore.  Amore per la vita! Di cui l"acqua è elemento essenziale. Il film ha toccato il cuore di quanti, come me, conoscono e amano i posti in cui è stato girato. La bellissima e verde Irpinia.Un grazie particolare al regista che ha saputo toccare il cuore di grandi e piccoli, rendendoli consapevoli della grande ricchezza della nostra terra, e del potere che noi tutti abbiamo, nel saper preservare un dono della natura. Commozione negli occhi degli alunni per le scene e le musiche.Poche verità hanno valore universale: che la vita dipende dall'acqua è una di queste."l'acqua è un cielo azzurro che ti bagna"

 

Antonella Desogus, docente scuola secondaria I^ Bonarcado (OR)

Il bacio azzurro è stato apprezzato da tutti gli alunni della nostra scuola che hanno seguito il film con grande attenzione e interesse dalla prima all'ultima battuta. Complimenti per l'abilità e la delicatezza con cui è stato trattato un argomento così importante come quello dell'acqua, fonte di vita, e che, come ha ribadito il giovane protagonista "non è né incolore né inodore né insapore". Delicatissime le immagini e bellissimi gli scenari. Complimenti per il bel lavoro!


Mario Di Rubbo, docente IC "Santu Lussurgiu" (Oristano)
Film dalla trama coinvolgente che evoca forti emozioni. Scene, paesaggi e immagini meravigliose. Intensa e commovente anche la vicenda affettiva che racconta. Ha davvero toccato il cuore di tutti e ci ha reso consapevoli che l'acqua è un benè prezioso che unisce. Un film encomiabile, che ha soddisfatto appieno le aspettative di alunni e docenti.


Rossella Fortunato, docente scuola "Anna Frank" di Modena
Il film è piaciuto tanto ad alunni e insegnanti. Ha saputo raccontare a pieno una storia familiare d'amore. Ha invitato ad una maggiore consapevolezza all'utilizzo e al rispetto dell'acqua fondamentale fonte di vita, cosa preziosa e unica. Il forte legame tra il nonno e il nipotino ha commosso e insegnato che non bisogna dare nulla per scontato e inutile. L'amore e il rispetto vincono sempre .Consiglio la visione del film a tutti per capire al meglio che l'acqua è una risorsa fondamentale per il pianeta. I luoghi e i paesaggi a dir poco spettacolari.


Maria Pompea Testa, docente I.C.  "G.Pascoli" Sturno - Frigento Avellino email: avic83700r@istruzione.it

L'amore sviscerato per la Natura, l'innato attaccamento per la propria Terra, una spiccata sensibilità etico-sociale ben caratterizzano il leitmotiv del film: Il bacio azzurro. Il regista ha ben evidenziato con le splendide immagini della verde Irpinia  la vitale importanza dell'acqua in tutte le sue forme ripercorrendo la sua storia attraverso i secoli sottolineando l'aspetto sacro che gli antichi  le attribuivano e l"incosciente  utilizzo che l'uomo moderno ne fa. Il bacio azzurro è stato fruito con attenzione dagli studenti, c'era un religioso silenzio in sala, ed ha toccato la loro sensibilità. E' stato sorprendente nel vederli coinvolti attraverso l'Acqua. Uno strumento didattico davvevo sorprendente.


 Livio Schiff, docente IC E. Giacich Monfalcone (GO)

livio.schiff@istruzione.it

L'enorme aspettativa dei ns. alunni per l'argomento propostoci con la visione del film "Il Bacio Azzurro" ha raggiunto l'obiettivo: riflettere sul tema ambientalistico del patrimonio Universale e fondamentale come l'ACQUA. Molto hanno colpito le considerazioni sciamaniche espresse da diverse civiltà umane sulla sacralità dell'acqua. La trama filmica è stata magistralmente esposta assieme ad attuali realtà familiari, con una felice e fiabesca conclusione. La visione, con le sue naturali sonorità, è stata percepita e accompagnata da un sorprendente coinvolgimento emotivo che in qualche caso si è tramutato in un pianto liberatorio di felicità e applausi. Lo scopo è stato raggiunto perchè il film ha delicatamente accarezzato l'animo sensibile delle nuove generazioni.


Le insegnanti,   1^ circolo"Oberdan" di Andria

Film significativo e coinvolgente. Presenta con la semplicità di una fiaba il mondo magico che ruota intorno all'acqua, catturando l'interesse e l'attenzione dei bambini. "Il colore dell'acqua è il colore dell'anima, chi sporca l'acqua sporca la sua anima" Questa è l'essenza del prezioso messaggio trasmesso ai nostri alunni.
Meravigliose le immagini e toccanti le musiche. Emozionante l'abbraccio tra padre e figlio, espressione del profondo amore che lega genitori e figli.  Il messaggio, espresso in maniera semplice ed efficace, ha fatto comprendere l'importanza di questo elemento, della sua preziosità e di quanto sia importante savaguardarlo. Perciò "lasciamoci baciare dall'acqua! "


Stefania Tomasetti, docente IIS Ruggero II° Ariano irpino

La visione di questo film ha destato molto interesse negli alunni, la maggior parte di loro ha capito ancora una volta l’importanza di questa risorsa naturale che non va sprecata e pertanto utilizzata con parsimonia, in quanto è un bene essenziale per la sopravvivenza di ogni forma di vita e del pianeta. E’ molto evidente tramite i mass-media il messaggio che questo film ha voluto divulgare soprattutto tra i giovani nei quali nonostante politiche educative. Continuano a manifestare comportamenti di disuguaglianza. L’acqua è necessaria per tutti i popoli, dai più poveri ai più industrializzati, essa crea un collante comune: messaggio di Pace e di Libertà! Anche nel titolo, “Il bacio azzurro”, è intrinseco un rapporto di amore e solidarietà; il bacio, non solo tra esseri umani, lascia trapelare l’importanza dell’unione …, l’azzurro colore intenso ma nel contempo trasparente come dovrebbe essere l’animo di ognuno di noi.


Maria Manitta docente I.T.E."Vittorio Veneto -Salvemini Latina

Con la delicatezza di un bacio "azzurro" ha sfiorato l'animo delle future generazioni suscitando profondi spunti di riflessioni non soltanto sulle tematiche ambientali ma anche sui valori della vita come l'amore e la memoria.Attraverso lo straordinario viaggio nel mondo dell'acqua fatto di suoni e poesia lo studente acquisisce una forte coscienza della preziosa risorsa idrica e gli effetti visivi e sonori portano ad un sorprendente coinvolgimento emotivo.


 Maria Luisa Viscido, docente scuola secondaria Pirandello-Svevo Napoli

Stamane insieme agli alunni di prima media della mia scuola ci siamo tuffati, sì proprio tuffati nel film il bacio azzurro! Subito l'atmosfera mi è apparsa familiare. I miei genitori sono irpini, per meglio dire, mia madre e mio padre erano...Io e mia sorella siamo napoletane, ma le radici sono irpine non c'è niente da fare. Abbiamo trascorso le più belle estati in Irpinia con amici e parenti, immerse nella più totale libertà: non tornavamo a casa nemmeno per mangiare. Il film è una delle cose più belle che io abbia mai visto. Il rapporto speciale con il nonno, gli insegnamenti di cui le nuove generazioni hanno tanto bisogno, l'amore per la terra, i luoghi, le sorgenti, le biciclette, la bellezza di quei paesi, la semplicità delle persone, l'acqua, questo bene prezioso più dell'oro, la commozione...Quanti tuffi in quelle acque cristalline, quanti panini mangiati con i piedi in ammollo in quell'acqua fresca, quanti ricordi di persone che non ci sono più. Bellissimo film che tocca le insenature più profonde dell'anima degli adulti e mette un semino nelle anime in divenire dei ragazzi. I nostri alunni sono stati completamente rapiti da quel bambino in cerca del padre, dalla sua voce narrante e dal rapporto speciale con il nonno. Non c'è futuro senza il passato. Complimenti!


Consiglia Della Porta, docente scuola primaria Cesinali

Bellissima location, la nostra verde Irpinia con le sue vallate verdi ed incontaminate. Molto commovente la trama, educativo il tema dell'acqua come fonte di vita. Bravi gli attori, soprattutto Remo Girone ed anche il bambino che ha recitato in modo molto naturale. I nostri alunni hanno seguito con pathos il film e alla fine hanno fatto anche un applauso.


I docenti, classi quarte scuola primaria  “G. Albo” Modica (Ragusa)

Bellissima esperienza sia dal punto di vista didattico che emotivo. Scenografia, musica e narrazione coinvolgenti. I bambini si sono immedesimati nel viaggio intrapreso da Francesco con il nonno in questi meraviglioso mondo dell'acqua. Il film ha suscitato un forte coinvolgimento emotivo. Tutto ciò si potrebbe ricondurre ad una funzione catartica dell'acqua. La visione del film è consigliata per lo sviluppo di tematiche interdisciplinari (valorizzazione dell'acqua rispetto dell’ambiente e importanza dei valori affettivi e della continuità tra passato presente e futuro. Grazie per la bella opportunità che ci avete dato.